Thursday, November 02, 2006

IL GABBIANO DANIELE


Dedicato a chi non sa godere di cio' che ha;
Dedicato a chi e' invidioso.
Dedicato a chi fa i capricci.
Dedicato anche a me.
___________
Daniele abita alla periferia di Catania.
Daniele ha ventitre anni.
Daniele e' moro e alto.
Daniele ha occhi vivaci e intelligenti.
Daniele ha occhi limpidi e ridenti.
Daniele ha bei capelli, folti e con riflessi blu.
Daniele ha belle labbra carnose. Denti bianchissimi.
Daniele ha un bel sorriso.
Daniele ha una bella voce.
Daniele e' proprio un bel ragazzo.
Daniele e' laureato in filosofia.
Daniele ha il senso dell' umorismo.
Daniele non esce tanto di casa, ma non per timidezza.
Daniele vive tra carrozzella, poltrona e letto.
Daniele e' tetraplegico. All' eta' di dieci anni un ruzzolone giu' da
una scala gli ha spezzato le vertebre.
Daniele muove solo la testa.
Daniele e' morto dal collo in giu'.
Daniele respira anche grazie ad una macchina.
Daniele scrive.
Daniele scrive con il pici'.
Daniele scrive tanto. Grazie ad alcuni programmi vocali appositamente
realizzati per disabili.
Daniele dice che e' felice.
E' il bello e' che io gli credo.
Credo ai suoi occhi.
Credo allo sguardo delle persone che ha attorno e che lo amano. Parenti
e amici. Tanti amici.
Non pietismo ma ammirazione per la sua forza interiore.
Amore per l' amore che Daniele ha dentro e che sa dare.
Amore ...da dove gli arriva tutto quell' amore? Dove lo prende?
Amore per la forza che sa trasmettere a chi va da lui per avere da lui
aiuto.
Aiuto da un tetraplegico.

0 Comments:

Post a Comment

<< Home